'Laghetto delle ninfee' di Claude Monet

Claude Monet | N. immagine 04242 | Lista dei desideri
(90)
Passo 1:
Scegli il materiale
Carta
HP Everyday Semiglossy 235g,
Hahnemmühle Torchon 285g,
Hahnemühle William Turner 190g,
Photo Rag Perl Hahnemühle 320g,
Carta
Quadri su tela
Dibond
Vetro acrilico
Dipinti a olio
Carta
Quadri su tela
Dibond
Vetro acrilico
Dipinti a olio
Carta
Quadri su tela
Dibond
Vetro acrilico
Dipinti a olio
Carta
Quadri su tela
Dibond
Vetro acrilico
Dipinti a olio
Carta
Quadri su tela
Dibond
Vetro acrilico
Dipinti a olio
Quadri su tela
Canvas UV matt 310g,
Canvas Rustic Texture 395g
Canvas Bright White 340g
Canvas Venezia Satin 350g
Dibond
PVC/Forex 5mm,
Alu-Dibond 3mm,
Alu-Dibond Butlerfinish,
Vetro acrilico
Vetro acrilico 4mm
Vetro acrilico 6mm
Gallery Print
Dipinti a olio
Dipinti a olio fatti a mano
Passo 2:
Scegli la dimensione
Altezza
Larghezza
Formato dell'immagine min. 30 cm - max. 100 cm
Opzionale:
Scegli cornice













































































€ 0
IVA inclusa spedizione esclusa
Opera:  Laghetto delle ninfee
Artista: Claude Monet
Dimensioni: 
Opzione di riproduzione: -
Cornice scelta: -
Prezzo unitario: -
Prezzo cornice: -
Prezzo totale: -
IVA inclusa spedizione esclusa
EUR 39.90 In stock
Laghetto delle ninfee
    
   
    

Le ninfee di Claude Monet

Le Ninfee sono una serie di dipinti a olio su tela realizzati da Claude Monet tra il 1897 e il 1926. I soggetti di queste tele sono le ninfee del laghetto artificiale che Monet fa scavare vicino alla sua casa di Giverny, sulla Senna: è quello che il pittore chiama “giardino acquatico”. Tra il 1920 e il 1926 Monet continua a dipingere lo stagno di Giverny, riprendendo anche lavori già terminati o rimasti incompiuti. Il tema delle Ninfee lo accompagnerà fino alla morte. In occasione dell'Armistizio dell'11 novembre 1918, Claude Monet offrì alla Francia una delle più vaste realizzazioni monumentali della pittura della prima metà del Novecento: le Nymph. L'opera di Monet voleva rappresentare un monumento alla Pace che mettesse la parola fine alla Guerra, ma allo stesso tempo rappresentasse la pace interiore dell'uomo. Le piante delle ninfee hanno ispirato circa 300 dipinti di Monet, tra i quali 40 pannelli di grandi dimensioni e tre arazzi. Monet venne riscoperto dopo la fine dell'ultimo conflitto mondiale, e nel 1952 il pittore surrealista francese André Masson definì l'Orangerie: "La Cappella Sistina dell'Impressionismo".