Riproduzioni dipinte fatte a mano

Riproduzioni dipinte fatte a mano

I nostri quadri a olio, dipinti a mano da artisti professionisti con anni di esperienza nel riprodurre fedelmente i dettagli pennellata per pennellata, sono riproduzioni pregiate che si avvicinano molto all’originale.

Per i nostri quadri a olio vengono utilizzati esclusivamente colori a olio molto pigmentati e di noti produttori. La tela di cotone, resistente e mesticata, garantisce la massima stabilità della forma. Una volta ultimato il quadro a olio, il colore viene lasciato asciugare fino a una settimana.

Se ordini una riproduzione dipinta a mano ad olio, verranno utilizzati dei colori ad olio e una vera tela artistica in cotone. Inoltre, le nostre riproduzioni di dipinti antichi non hanno centinaia di anni per cui non troverai i segni del tempo come la patina o le crepe presenti nei dipinti originali.

Riproduzioni di quadri famosi


Esempi dei nostri quadri a olio dipinti a mano

Campo di grano con cipressi di Vincent van Gogh

Campo di grano con cipressi sono tre opere simili dipinte da Vincent van Gogh nel 1889. Quella dipinta nel settembre 1889 (72.1 cm x 90.9 cm) è conservata alla National Gallery di Londra. Un'altra (73 cm x 93.4 cm), dipinta in giugno dello stesso anno è conservata nel Metropolitan Museum of Art di New York.

Scuola di Atene di Raffaello Sanzio

La Scuola di Atene è un affresco (770×500 cm circa) di Raffaello Sanzio, databile al 1509-1511 ed è situato nella Stanza della Segnatura, una delle quattro "Stanze Vaticane", poste all'interno dei Palazzi Apostolici. Rappresenta una delle opere pittoriche più rilevanti dello Stato della Città del Vaticano, visitabile all'interno del percorso dei Musei Vaticani.

Campo Santo, Venice di William Turner

Joseph Mallord William Turner è stato un pittore e incisore inglese. Appartenente al movimento romantico, il suo stile pose le basi per la nascita dell'Impressionismo. Benché ai suoi tempi fosse visto come una figura controversa, Turner è oggi considerato l'artista che elevò la pittura paesaggistica ad un livello tale da poter competere con la più blasonata pittura storica.

Il salmone di Edouard Manet

Manet riservava un'attenzione particolare alla natura morta che considerava come la "pietra di paragone del pittore". Stanco della pittura di storia e di tutte questi "grandi marchingegni" che costituivano un intralcio per la pittura del suo tempo, l'artista confessava: "Un pittore può esprimere tutto quello che vuole con frutti o fiori e perfino con le nuvole. Già lo sapete, la mia principale ambizione è quella di diventare il San Francesco della natura morta”.